Spedizione Gratuita registrati ora
Ancora
0
0
:
0
0
:
 
di tempo per farti arrivare la merce domani a casa tua
 
Carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: € 0,00

L'Azienda

Medspa srl, già azienda di punta del settore cosmeceutico, ha colto nella nutraceutica una naturale prosecuzione del suo impegno nella ricerca per il benessere.

Azienda giovane, venutasi a creare nel recente 2006, la Medspa srl ha incentrato i suoi sforzi scientifici e commerciali dapprima nella cosmeceutica, nuova evoluzione della cosmetica, in cui gli innovativi “prodotti cosmetici” hanno benefici simili ai farmaci. Nasce così la linea MIAMO, cosmeceutici all’avanguardia per il benessere totale della pelle. Ma chiunque sia volto al benessere e alla bellezza sa questi due elementi sono legati a doppio giro al buon equilibrio di micronutrienti presenti nell’organismo, indispensabili per tutti i processi biochimici che sono alla base del corretto funzionamento e del benessere corporeo.

L’appendice nutraceutica, Nutraiuvens, nasce dalla forte volontà della direttrice scientifica della Medspa srl, Camilla D’Antonio, di investire il proprio sapere scientifico nella ricerca nutrizionale.

Farmacista di formazione, nutrizionista per vocazione, la dott.ssa D’Antonio è membro attivo dell’Accademia Americana di Anti Aging A4M. Sempre nel campo della medicina anti Invecchiamento ha lavorato presso il centro “Age Management” di Miami dal 2010 al 2011 mentre attualmente collabora con l’University of California per approfondire gli studi sulle proprietà antiaging degli estratti vegetali. Ma la formazione della dottoressa D’Antonio si perfeziona in campo, grazie al rapporto diretto con il cliente: è dall’osservazione dei singoli casi in larga scala, dalle alterazioni e dai disturbi più frequenti che ha saputo individuare e dare vita ai quattro integratori fondanti Nutraiuvens, volti a rispondere alle domande dei consumatori.

La Nostra Missione

Nutraiuvens, figlio della ricerca nutrizionale del team della Medspa srl, presenta al mercato una linea di integratori alimentari privi di apporto calorico e con innovative funzioni terapeutiche. L’azienda si interfaccia così col mondo della nutraceutica, ambito che si sta sviluppando sull’onda della sempre maggiore richiesta di benessere, inteso come voglia di vivere a lungo in buona salute. È proprio per questo che la nostra azienda, sempre al passo con le esigenze dei consumatori, ha concentrato i suoi sforzi scientifici nella ricerca di nuove sostanze che vanno a inserirsi in un mercato salutistico nuovo e in continua espansione.

Gli integratori Nutraiuvens sono destinati ad aiutare il nostro organismo durante tutte le fasi della vita: dal supporto al benessere cutaneo in generale, ai sintomi della menopausa e pre-menopausa, fino ad arrivare a un integratore di vitamina D3 e a un multivitaminico in grado di dare davvero il pieno di energia.

Possiamo dunque affermare che uno dei principali obiettivi manageriali di Medspa SRL è stato investire nell’emergente mercato della nutritional care al fine di diventarne uno degli attori principali, consolidando la sua posizione competitiva.

Qualità dei prodotti

“L’essenziale è invisibile agli occhi”.

La qualità dei prodotti Nutraiuvens è constatabile dai suoi effetti benefici sull’intero organismo, ancor prima che dalla trasparenza delle sue capsule, che lasciano “intravedere” tutta la bontà del loro contenuto.

La qualità della salute del paziente dipende dalla qualità dei nutrienti e Nutraiuvens lo sa bene, ed è per questo che il controllo di qualità assume un aspetto imprescindibile nella produzione dei nostri integratori.


Valutazione della purezza dei principi attivi, controlli di qualità step by step in ogni fase di produzione, scelta del packaging eco-compatibile caratterizzano e sottoscrivono la qualità di ogni singola capsula contenuta negli integratori Nutraiuvens. Perché solo una qualità eccellente, combinata con le quantità dei suoi principi attivi più alte consentite dal Ministero della Salute, può garantire una certezza nella funzionalità.

Quantità, Qualità e Biodisponibilità sono i tre punti essenziali che fanno la differenza quando si sceglie Nutraiuvens.

Tutti gli integratori Nutraiuvens inoltre sono certificati dal bollino di qualità. Infatti, tutti gli integratori sono:

Senza Lattosio. Il lattosio è un glucide, un disaccaride composto da una molecola di glucosio e una di galattosio. La digestione del lattosio avviene nell’intestino tenue a opera dell’enzima β-lattasi.

Quando l’attività lattasica intestinale non è sufficiente a digerire il lattosio introdotto con l’alimentazione si ha malassorbimento e di conseguenza intolleranza. La sua assenza negli integratori garantisce l’assoluta sicurezza nell’integrazione per chi soffre di questa alterazione.

Senza Glutine. Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali che, in caso di celiachia, è in grado di attivare il sistema immunitario che danneggia così l’intestino. La sua assenza negli integratori permette un uso sicuro per i soggetti affetti da celiachia.

Senza Coloranti e Senza Conservanti. Ingredienti sintetici, superflui, e spesso dannosi per la salute dell’apparato gastro-intestinale. La loro assenza garantisce alti standard di qualità e attenzione per la salute dei consumatori. Lo si può appurare osservando le capsule dei nostri integratori, rese trasparenti per garantire la veridicità di quanto affermiamo.

Epigenetica e Nutrigenomica

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”. Ippocrate.

L’intuizione che il cibo potesse essere connesso a doppio giro con la salute proviene a noi fin dall’antichità. Oggi, grazie alle nuove e manifeste scoperte nell’ambito della genetica, questo concetto si è rafforzato e ha affondato le sue radici nel vasto terreno della scienza sperimentale.

La diffusione dell’epigenetica, branca della genetica che concentra il suo campo di interesse nello studio dell’espressione fenotipica dei geni modulata da stimoli esterni, ha influenzato anche e soprattutto il campo della nutrizione e delle scienze alimentari in generale.

La scoperta che fattori esogeni, quali ad esempio i nutrienti, possano alterare l’espressione di alcuni geni (ma non la loro sequenza nucleotidica), modificando i sistemi di controllo dell’espressione genica, ha gettato le basi per la nascita di una nuova scienza, la nutrigenomica, che cerca di potenziare al massimo il corredo genetico sfruttando l’influenza che gli alimenti hanno su pathways biochimici.

Grazie all’uso di molecole nutrizionali adeguate, all’adozione di stili di vita sani, all’esposizione sempre più ridotta agli ormai noti agenti esogeni dannosi, è possibile non solo migliorare l’espressione del nostro corredo genetico, ma soprattutto, trasmettere queste modifiche “epigenetiche” in maniera ereditaria.

Così, il binomio cibo-salute è diventato il perno intorno al quale ruota la ricerca nutrizionale, atta a concretizzare le teorizzazioni della nutrigenomica con integratori che non solo aiutino il benessere globale, migliorando il profilo metabolico e ormonale dell’individuo, ma anche e soprattutto quello epigenetico.

È sotto gli occhi di tutti come stimoli “sbagliati” derivanti dalla dieta occidentale siano la principale causa dell’insorgenza di nuove patologie nella popolazione che ne fa uso (obesità, malattie cardiovascolari etc). I macronutrienti (carboidrati, lipidi, proteine) e i micronutrienti (vitamine, minerali etc) costituiscono, dunque, strumenti imprescindibili che, se utilizzati nel modo giusto, posso aiutarci ad esprimere a pieno la nostra “potenzialità genetica”.

L’alimentazione infatti è uno stimolo notevole che dal cibo entra nell’organismo e, oltre a svolgere la sua funzione primaria, cioè fornire energia, è in grado anche di variare l’assetto genetico, e quindi di modificare “la nostra programmazione”. Chi siamo, dunque, è impresso nel nostro DNA ma l’ambiente, lo stile di vita, l’alimentazione possono modificare il nostro destino genetico.

Inoltre, il punto nodale del discorso riguarda il mantenimento dei livelli adeguati di micronutrienti, piuttosto che la loro mera assimilazione. Studi recenti hanno evidenziato come livelli adeguati di vitamina D nella donna in gravidanza sono in grado di trasmettere per imprinting nel DNA del bambino tutta una serie di modificazioni utili per la prevenzione di stati patologici non solo in età neonatale ma anche in età adulta (Arash Hossein-nezhad, MD, PhD, and Michael F. Holick, PhD, MD. Vitamin D for Health: A Global Perspective. Mayo Clin Proc. n July 2013;88(7):720-755). Questo esempio dimostra come, agendo solo su un fattore, in questo caso l’assimilazione di vitamina D a dosi ottimali, si può modificare il destino genetico. Immaginiamo quindi l’efficacia di tale intervento nutrizionale se venisse espanso a tutti quei micronutrienti che risultano essere geneticamente attivi, per garantire così un adeguato potere predittivo, preventivo ed infine disegnare un trattamento alimentare incentrato sull’individuo.

Alimentazione preventiva, stile di vita sano e cura di sé: i tre dogmi per migliorare la qualità della nostra vita e delle generazioni che verranno.

 

Perchè i nutraceutici?

L’ assimilazione di nutraceutici (ossia integratori dalle comprovate azioni benefiche e funzionali) personalizzati in base alle proprie caratteristiche biochimiche, può modificare in meglio, passando attraverso il DNA, il nostro fitness metabolico e conseguentemente la qualità della nostra salute e quindi della nostra vita.

L’utilizzo di nutraceutici può avere fini diversi a seconda dell’utilizzatore: in una persona in perfetta salute, l’obiettivo del nutraceutico sarà quello di aumentare le performance psicofisiche e rinforzare le difese immunitarie e contemporaneamente ridurre gli effetti dannosi dello stress psicofisico e l’incidenza di patologie croniche. Nei soggetti non in salute, la finalità dell’assunzione di integratori è completamente differente: essi infatti avranno l’obiettivo di rinforzare le difese immunitarie per aiutare a combattere le patologie già in corso, e ridurre il danno indotto dall’assunzione di farmaci su organi deputati alla detossificazione e prevenire l’insorgenza di ulteriori malattie.